domenica 17 marzo 2013

Angoli di Lecco (3)

Come accennavo in un precedente post, ci sono due quartieri che si contendono la paternità dell'ispirazione "ambientale" dei Promessi Sposi. Una è Arquate, e l'altra è Olate. Per vari motivi che sarebbe tedioso discutere ora, la seconda ipotesi è più credibile e verificabile. C'è anche da dire che quando Alessandro Manzoni scrisse il suo capolavoro, mancava da Lecco ormai da tanti anni, quindi i suoi ricordi possono essersi alquanto offuscati a livello iconografico, e non è facile stabilire con certezza quali fossero i luoghi a cui si ispirò per una storia ambientata poi due secoli prima della scrittura del romanzo stesso. Comunque ad Olate è possibile ammirare la chiesetta di Don Abbondio, ovvero la chiesa parrocchiale di Olate, nel borgo storico dove a poca distanza si trova anche la casa di Lucia e forse quella di Renzo, mai davvero descritta dal Manzoni.

2 commenti:

Francesca Paolucci ha detto...

Buona Pasqua!

Danilo ha detto...

Grazie altrettanto ;)