lunedì 24 novembre 2008

I migliori... (8)


Che dire di questo album? Di sicuro è cronologicamente il più recente. Difatti benchè abbia conosciuto i Radiohead con The Bend, questo album e le sue emozioni mi hanno accompagnato in tutto il mio periodo di arrivo a Milano. Tormentato e problematico. Malinconico e complicato... Un po' come quest'album appunto. Personalmente è il gruppo attuale che preferisco. Ci sono tanti musicisti bravi in giro. Coraggiosi e capaci di andare controcorrente. Ma loro sono una spanna sopra tutti. Dimenticavo... Parlo di OK Computer...

13 commenti:

Alessia Buffolo ha detto...

bello!

ggrillo ha detto...

Mmmm.
Qui c'è un eccesso di album rock!
Il rock è ok, ma...

Danilo ha detto...

Beh! In effetti ascolto molto rock. Ma è un caso. In questa lista non volevo mettere nè quelli che penso siano gli artisti migliori di tutti i tempi, nè una rappresentanza dei miei gusti. Semplicemente quelli che sono stati più significativi emotivamente e a livello di storia individuale. Sono gli album che quando accendo lo stereo, accendono anche tutta una serie di ricordi... Ma poi io ascolto di tutto da Elio alla musica classica, dal Jazz al Pop. Forse l'unico genere che non ho mai approfondito è l'heavy Metal, ma c'è sempre tempo!!!

ggrillo ha detto...

Proposta: alla fine dei dieci, metti due album bonus, uno di jazz e uno di classica. Eh? Eh?

Danilo ha detto...

Ah! Pensi che faccia lo sborone!!! Ti do un'anticipazione allora. Con Fabrizio stiamo lavorando a un progetto che riguarda la musica lirica ;)

Daniele Mocci ha detto...

A causa della mia ignoranza rispetto ai Radiohead (che per la verità non mi hanno mai attirato molto...), rimando il mio commento su questo disco a quando avrò approfondito.

Danilo ha detto...

te lo duplico?

Daniele Mocci ha detto...

Sto procedendo con mezzi "informatico/artigianali".
Se poi dovessi avere problemi, ti faccio sapere!

ggrillo ha detto...

No, non penso che tu faccia lo sborone. Mi sarebbe piaciuto veder quale disco di classica avresti scelto. L'opera lirica non è nelle mie corde: il fatto che cantino mi indispone :)

Danilo ha detto...

Beh, dovendo scegliere tra i ricordi emotivi, avrei scelto un vinile di Liszt (una specie di raccolta), uno di Chopin (Notturni) e uno di Respighi (Le fontane di Roma). Li ho ascoltati tanto da bambino in un periodo in cui ero relegato nella mia stanzetta per vari problemi. Sì. Avrei scelto quelli ;)

Daniele Mocci ha detto...

Anch'io andrei più sulla classica che sulla lirica.
Per (con)formazione, per gusto, per istinto e per una serie di altre cose che neanch'io saprei bene come spiegare...

Molto bene i Notturni di Chopin, molto bene!

Lapicciotta ha detto...

A me i radiohead fanno venire istinti suicidi... è successo quando vivevo in kosovo ed un mio amico mi regalo un loro cd... dopo la seconda canzone, il freddo, senza luce, da sola... ecco non era la musica adatta! meglio i police :) cmq qualcosina mi piace e li reputo anche bravi... ma a loro ho legato brutti ricordi

Danilo ha detto...

Capisco. Anche a me succede coi Rem ad esempio!