martedì 28 ottobre 2008

I migliori... e 4!!!


Ho deciso di postare i miei dieci album preferiti. O meglio. Quelli che sono stati più significativi nella mia vita. Questa è la volta dei Deep Purple. Anche qui la scelta è stata ardua. Sopratutto perchè ero tentato da un certo album doppio dal vivo, ma rimanendo coerente con gli altri ho scelto quello di studio che "ho fatto girare" di più: In Rock.

P.S.: a questo punto mi aspetto che qualcuno che manca da tanto dai miei post e che asserisce che i Deep Purple siano il suo gruppo preferito, faccia almeno un commentino degno di quello di Daniele di ieri!

7 commenti:

Diego Rossetti ha detto...

io preferisco Fireball!

Enrico Teodorani ha detto...

Per quanto mi piacessero i Deep Purple (anche nella formazione Mark III, con Coverdale e Hughes) ho sempre preferito un hard rock 'essenziale' alla Black Sabbath.

Lapicciotta ha detto...

Nick Hornby metteva tutto in classifica nel suo libro "Alta Fedeltà" però c'erano solo 5 posti... visto i tuoi gusti speriamo che ci siano dischi e gruppi recenti... ti dice qualcosa Radiohead o Smashing Pumpikins o sei rimasto ai tempi di Pappagone (direbbe mia nonna) oppre sei quello che dice "ai miei tempi"... :)

Danilo ha detto...

XDiego: uno non esclude l'altro. Ho quasi tutti gli album dei Deep Purple. E' solo una scelta emotiva.
XEnrico: I Black Sabbath non mi hanno mai fatto impazzire, a parte l'irruenza mediatica di Paranoid e alcuni altri album seguenti (con anche la parentesi col cantante dei Deep), musicalmente non mi hanno mai coinvolto troppo. Però li ho molto apprezzati
XLa Piciotta: Dei Radiohead ne ho parlato proprio nel primo post musicale. Cmq iol discorso non era sulla musica che ascolto, che ovviamente è anche moderna, ma sui dischi che hanno influenzato la mia vita. Quindi aspettati ancora qualcosa di molto vecchio!!!

Daniele Mocci ha detto...

Accidenti Danilo, vai troppo veloce con i post (o sono io che sono troppo lento...).

Grazie per aver apprezzato il mio commento su Dark Side!!!

In questi giorni sono impegnatissimo e non riesco a seguire con costanza i blog amici.

Deep Purple... capisco bene le difficoltà di scelta se il disco che hai dovuto "lasciare a casa" era Made in Japan (uno dei live più intensi della storia del rock).
In ogni caso anche la scelta di In Rock è ottima.
E anche nel mio piatto quel disco ha fatto giusto due o tre giretti...

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

Dunque, che dire...
Il più bell'album dei Deep Purple, che ho sempre preferito a "Made in Japan" (non ho mai digerito gli assoli chilometrici dei gruppi anni '70 nei live). Essenziale, potente, pre-metal, pre-stoner, pre-fisso 070...
Ricordo di averlo comprato in cassetta (originale) al mercatino (piazza Matteotti?) e che era all'incirca il 1987. Io ho fatto un percorso a ritroso: dai Metallica, Slayer e Onslaught sono passato a loro, Atomic Rooster, Uriah Heep e compagnia rockeggiante...
Gran bel disco. Punto. Anche se ancora oggi rimpiango maggiormente quella strana roba che era "Shades of Deep Purple" (con la cover di "Help") finita un giorno sotto il sedile della Peugeot del mi' babbo e da lì mai più riaffiorata...

Danilo ha detto...

io l'ho ancora, se vuoi te la duplico ;)