domenica 20 luglio 2008

Hellboy II

La mia vita privata ormai è scandita dai ritardi degli sceneggiatori... Ieri, grazie all'ennesima buca, ho avuto modo di andare al cinema e vedermi Hellboy II. Premetto che il fumetto di Mignola è uno dei miei preferiti. Quindi, in tal senso, credo sia comprensibile una certa delusione. Ma anche cercando di vederlo tramite "altri occhi", l'ho trovato davvero povero. Magnificente in fatto di immaggini, ma a livello di atmosfere, caratterizzazione dei personaggi, regia (stiamo parlando dello stesso regista del "Labirinto del Fauno", cribbio, cosa gli è successo?), ma sopratutto di storia, l'ho trovato povero ed elementare. Ma sopratutto non viene fuori niente di quello che dovrebbe essere Hellboy: mettete al suo posto Hulk o La Cosa nel film, e vedrete che la storia non cambierà di una virgola! Mi rendo conto che giudicare è molto più semplice che fare un film, quindi non posso dire che io avrei fatto di meglio. Anzi, probabilmente avrei fatto qualcosa di inguardabile. Però credo che una volta che si paga un biglietto si abbia anche il diritto di esprimere un parere... ;)

4 commenti:

Enrico Teodorani ha detto...

Il film c'entra poco coi fimetti di Mignola e di sicuro non � un capolavoro del cinema, ma � comunque divertente. Quando mia moglie e mio figlio mi hanno chiesto un parere sul film appena usciti dal cinema io ho detto che sembrava un po' un film di Bud Spencer fatto coi soldi. Ci sono rimasti malissimo, perch� a loro era piaciuto molto. Ma io non l'avevo detto in senso dispregiativo...

Danilo ha detto...

Beh, direi che la tua definizione calza a pennello. Divertente lo è stato, è che quando uno si gioca una carta come "Hellboy", ti aspetti che ci faccia qualcosa di più di "Altrimenti ci arrabiamo".

ggrillo ha detto...

Ma se anche il film fosse gratis ci sarebbe da ridire sulle due ore del proprio tempo buttate nel wc.

Ciao :)

Danilo ha detto...

Re Emoacre, quale onore! Sono lieto di ospitarla qui nel mio umile sito ;)
Cmq concordo...